18 novembre 2015

Ecco la XIII Stagione Teatrale Comunale

By Novecento In Area News

CASTROVILLARI – Qualità, prezzi modici per gli spettacoli, e anche alcuni eventi in esclusiva per Castrovillari. Si disegna così la XIII stagione teatrale del comune, la decima targata Franco Blaiotta, la seconda sotto la direzione artistica di Benedetto Castriota che, con la sua tenacia e professionalità, ha voluto ricalcare le scelte (premiate) dello scorso anno: eventi non «copia e incolla» rispetto al resto della regione ma «appuntamenti unici» per la città del Pollino. Pochi ma buoni, dirà il sindaco poco prima. Insomma nonostante la crisi economica che attanaglia gli enti pubblici il comune non vuole rinunciare alla cultura e programma dal 5 gennaio al 21 aprile prossimo la sua stagione teatrale, con il Sybaris culla del teatro per tutti i gusti. Dai giovani al teatro impegnato, con grande spazio per le compagnie locali che ormai spopolano in tutto il territorio nazionale. Si parte proprio dal locale, con il primo appuntamento, affidato alla nuova produzione di Scena Verticale, pluripremiata compagnia diretta da Saverio La Ruina e Dario De Luca, che presenteranno il 5 gennaio il loro “Italianesi”. Un racconto intenso e straziante sulla storia dei soldati italiani rimasti intrappolati in Albania alla fine della seconda guerra mondiale. Dopo pochi giorni, 6 e 7 gennaio, sarà la volta d Aprustum, altra compagnia locale, che per la regia di Casimiro Gatto presenterà “Margarita e il Gallo” commedia in tre atti di Edoardo Erba. Il 3 febbraio la prima opera nazionale con “Due dozzine di rose scarlatte” di Aldo De Benedetti con Paola Gassman e Pietro Longhi. Un classico universale della commedia. Il 25 febbraio l’evento di punta con “I Fichi d’Inida”. Il 17 marzo sarà l’artista castrovillarese Giuseppe Maradei a presentare “C’ere na vota” con la musica dal vivo di Camillo Maffia alla fisarmonica. Il 1 aprile l’esclusiva per la Calabria di “Le relazione pericolose”: il musical con Corrado Tedeschi, Lorenza Mario e Anna Vinci per la regia di Giovanni de Feudis. Altra esclusiva lo spettacolo finale che chiude la rassegna 2012 del comune di Castrovillari: Il 21 aprile “La bottega del caffè” di Carlo Goldoni per la regia di Antonio Zavattieri con Massimo Brizi, Filippo Dini, Lisa Galantini, Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Roberto Serpi, Aldo Ottobrino, Pier Luigi Pasino e Mariella Speranza. «Una iniziativa di valore e di impegno – ha affermato Benedetto Castriota – come dimostra anche la grafica a firma di Francesco Martino che, nella copertina del pieghevole, ritraente un melograno, richiama – ha precisato Castrista – la volontà di riscatto di un popolo a partire dalle sue risorse e talenti». «Appuntamenti, insomma – affermato il sindaco, presente insieme all’assessore allo spettacolo Filomena Ioele -, da non perdere, che  faranno interessare, coinvolgendo  ed abbracciando più aspetti dell’espressività interpretativa. Un’altra stagione, insomma,  che lascerà il segno, affascinando  ed intrigando ancora. Il programma, poi, è una testimonianza concreta di quest’attenzione per il teatro in tutte le sue forme e linguaggi, tra  creatività ed espressività. Uno degli istanti qualificanti tra i tanti promossi, ideati e portati avanti in questi anni nella nostra programmazione, per rispondere all’ampia domanda di partecipazione della gente alla vita della cultura, dove si gioca una delle battaglie più importanti per la formazione e crescita civile. Non a caso l’impegno culturale di questa amministrazione – ha aggiunto il primo cittadino – è voluto andare oltre, migliorando sempre più la stessa programmazione con il coinvolgimento dei talenti locali».

Leave a Comment